Musei Civici agli Eremitani in Piazza Eremitani n. 8, Padova

07/12/2018 18:00 – 18:45

La Cappella degli Scrovegni di Padova, capolavoro assoluto dell’arte medievale, accoglie il ciclo più completo di affreschi realizzati da Giotto negli anni della sua maturità e ne rappresenta la sua massima espressione artistica. Fatta erigere agli inizi del Trecento dal banchiere padovano Enrico Scrovegni la cappella fu dipinta tra il 1303 e il 1305 dal maestro toscano secondo un progetto iconografico e decorativo unitario e fu la forma asimmetrica  dell’edificio, con sei finestre sulla facciata sud, a determinare il modulo della narrazione pittorica. La distribuzione asimmetrica delle finestre all’interno della Cappella, fin dalla sua realizzazione, ha prodotto una diffusione non uniforme della luce del sole: la parete finestrata è meno illuminata dalla luce naturale rispetto alla parete di fronte. Ciò genera un costante cambiamento degli equilibri visivi nell’ambiente e un fastidioso effetto di controluce sugli osservatori.
La volontà di migliorare la fruizione dei capolavori giotteschi ha indotto l’ISCR e iGuzzini a elaborare un innovativo sistema di illuminazione e realizzare, in tal mondo, una pionieristica applicazione di luce intelligente nel settore dei beni culturali. Il progetto è stato realizzato in stretta collaborazione con la Sezione di Fotometria dell’Istituto Superiore per la Conservazione e il Restauro e con la supervisione della Commissione Scientifica Interdisciplinare per la Conservazione e Gestione della Cappella degli Scrovegni.

Relatori

Ing. Catia Grossi – iGuzzini Illuminazione Spa
Arch. Antonio Stevan – Libero Progettista

Programma

Ore 17.40 – Registrazione partecipanti
Ore 18.00 – Saluto e presentazione
Roberto Turri – Presidente UNAE Veneto – AVIEL
Giulio Scabin – iGuzzioni Illuminazione Spa

Ore 18.15 – Visita alla Cappella degli Scrovegni
Ore 18.45 – Conclusione visita