Dipartimento di Ingegneria Industriale dell’Università di Padova, – Via Gradenigo 6/A – Padova

23/03/2018 14:00 – 18:30

Presentazione

Gli impianti elettrici nelle strutture ospedaliere necessitano di un elevato livello di sicurezza, affidabilità qualità, e continuità di servizio, in special modo per i locali medici di gruppo 2 (quali blocchi operatori, terapie intensive e neonatali in particolare), come definito dalla norma CEI 64-8 (e sua recente variante 2).

La complessità di architettura dell’impianto elettrico deve essere configurata in relazione al grado di sicurezza necessario, agendo sui livelli di distribuzione e alimentazioni, nonché sulla loro ridondanza.

Per il conseguimento delle prestazioni ottimali, la progettazione di un impianto elettrico ospedaliero deve garantire una struttura flessibile capace di soddisfare i casi critici estremi;

essa deve quindi prevedere che il personale medico ed i tecnici esperti preposti possano gestire gli impianti e le loro possibili situazioni di emergenza nella massima efficienza e sicurezza, nonché disporre dell’analisi di tutti gli assetti ammissibili di esercizio, il tutto al fine di poter garantire una concreta riduzione di rischio di accadimento di incidenti relativi a shock elettrici e/o disalimentazione di servizi vitali per il paziente.

L’affidabilità dell’impianto elettrico diventa pertanto elemento chiave per una sistematica riduzione della componente di natura tecnologica del rischio clinico del paziente.

 

Partecipazione

La partecipazione al Convegno è gratuita fino a esaurimento posti.
Per ragioni organizzative, è richiesta la registrazione all’evento entro il 20 marzo 2018, accreditandosi sul sito www.aeit.it alla Sezione Eventi e Manifestazioni

    Clicca qui  PER ISCRIVERSI ON LINE ALL'EVENTO

Programma

Programma del Seminario

Ore 14.00  Registrazione partecipanti

Ore 14.30  Saluti e ringraziamenti

Ore 14.40  Rischi da infortunio elettrico nei locali medici e microshock durante interventi intracardiaci in locali medici di gruppo 2

Ing. Stefano Lilla – LISEP – Dip. Energia Elettrica ed Informazione, Università di Bologna

Ore 15.05  La sicurezza elettrica nei locali medici di gruppo 2: il quadro legislativo e normativo di riferimento (CEI 64-8;V2:2015-08)

Ing. Carlo Casagrande – Docente e consulente in materia di sicurezza negli ambienti di lavoro, Studio di Ingegneria Casagrande, Vittorio Veneto (TV)

Ore 15.30  Coffee Break

Ore 16.00  Criteri di progettazione degli impianti elettrici nei locali medici di gruppo 2 al fine di garantire la continuità di servizio

Ing. Roberto Rinaldi – Consulente e progettista Studio Tecnico Rinaldi&Bedin, Mestre e componente CTA UNAE Veneto

Ore 16.35  L’integrità della Sicurezza Funzionale (SIL – Safety Integrity Level) di attrezzature e macchinari utilizzati negli impianti ospedalieri: quadro normativo della sicurezza funzionale secondo le Norma CEI EN 62061 e CEI EN 61508 nell’ambito della riduzione sistematica dei rischi secondo la Norma UNI EN ISO 12100

Ing. Federico Dosio – AEIT – Membro CEI CT44, SC121B, CT64 – Membro IEC/TC44, IEC/SC121B – Coordinatore UNI del Gruppo di Lavoro GL01 “Sicurezza del macchinario”.

Ore 17.10  Soluzioni tecnologiche per la sicurezza elettrica nei locali medici di gruppo 2: commutatori automatici di linea certificati SIL 2 (IEC 61508), controllo di isolamento e localizzazione automatica guasti, quadri di isolamento IT-M, pannelli di segnalazione-test e comando, secondo CEI 64-8;V2:2015-08

Ing. Danilo Martinucci – Business Development Manager – Bender Italia

Ore 17.45  Verifiche di stato/manutenzione e valutazione degli impianti elettrici di sale operatorie e altri locali medici di Gruppo 2

Dr. Paolo Mingardo – Verificatore impianti elettrici ARPA Veneto e componente CTA UNAE Veneto

Ore 18.10  Quesiti e discussione finale

Ore 18.30  Termine lavori

 

 

Certificazioni

La partecipazione al Seminario darà diritto agli Iscritti all'Ordine degli Ingegneri il riconoscimento di 3 CFP secondo i criteri stabiliti dalla normativa vigente
La partecipazione all’incontro dà diritto a 3 crediti formativi ai fini della formazione continua dei Periti Industriali e dei Periti Industriali Laureati (D.M. 137/2012)